vescovo


don angelo omelia

                                                                          sei ottavi

                                                                  luca

BeFunky collage 1 1

 

Il 16 giugno 2018 in occasione di Festinsieme è stato rappresentato il musical “La bella e la bestia” curato dall’ associazione InCanto.
Il musical ha avuto come protagonisti alcuni animatori e collaboratori del nostro oratorio: Claudia Picerno, Gabriele Picerno, Giovanni Carucci e Mario Carucci.
Prima dell’ inizio dello spettacolo noi de La goccia junior abbiamo avuto la possibilità di fare qualche domanda a ciascuno di loro.

  • Che ruolo interpreti nella rappresentazione?
    -Claudia: interpreto Babette, un’ ispanica spolverina innamorata di Lumiere;
    - Gabriele: il mio ruolo è quello della bestia che alla fine dello spettacolo verrà trasformata in principe;
    - Giovanni: interpreto il ruolo di Morisse, il padre di Belle;
    -Mario: io interpreto Din Don, l’ orologio.
  • Ti senti a tuo agio nel ruolo che ti è stato assegnato?
    -Claudia: all’ inizio no, perché è un ruolo molto provocante, però con l’ aiuto del regista sono riuscita a rendere questo personaggio molto più divertente che sexy ed ora si, m sento molto a mio agio;
    - Gabriele: è stato entusiasmante interpretare la Bestia, mi sono sentito subito a mio agio perché lo reputo un ruolo che ti da la possibilità di essere anche chi non sei;
    -Giovanni: abbastanza, è un personaggio maturo che si presta bene per la mia età;
    -Mario: assolutamente si, trovo che mi rappresenti anche un pochettino.
  • Cosa ti lascia questo spettacolo?
    -Claudia: mi lascia tanta emozione ma soprattutto tanta condivisione perché oltre ad aver stretto ancora di più i rapporti con i membri del gruppo abbiamo avuto la fortuna di collaborare con la scuola di danza Metamorfosi dove abbiamo conosciuto tanti ragazzi molto disponibili;
    - Gabriele: porterò sempre con me gli sguardi meravigliati dei bambini prima spaventati dalla scena della lotta e poi sollevati dalla sopravvivenza della Bestia;
    - Giovanni: mi lascia il rapporto tra il padre e una figlia, rapporto che io non ho mai provato perché non sono padre;
    -Mario: mi lascia tante soddisfazioni perché abbiamo lavorato tanto e i risultati si vedono.
  • Cosa desideri lasciare a chi ti guarderà questa sera?
    -Claudia: sicuramente la voglia di venire al teatro e di scoprire questo genere poco conosciuto in Basilicata che è appunto quello del musical;
    -Gabriele: Spero di aver lasciato agli altri il messaggio più importante che il musical porta con sé: nulla è come sembra, non possiamo permetterci di essere superficiali;
    -Giovanni: Tante emozioni e belle sensazioni;
    -Mario: Tanta, tanta, tanta emozione e felicità.