Stampa
Categoria: Oratorio
Visite: 746

 

Risultati immagini per chitarra e percussioni

Continua il nostro percorso alla scoperta dei laboratori del nostro Oratorio. Dopo aver fatto incursione nel laboratorio di pallavolo, ci siamo occupati di quello di chitarra e abbiamo intervistato Ermelinda, l'animatrice che coordina il laboratorio.

Perché è nato questo laboratorio?
Il laboratorio è nato per trasmettere ai ragazzi la musica e la passione che coltivo e per donare loro qualcosa che possa essere utile in futuro. La musica in generale aiuta nei momenti di difficoltà e può aiutarli come mezzo di gioia e di conforto.

Da dove deriva la tua passione per la chitarra?
La mia passione nasce dalla mia infanzia grazie a mio padre che mi fece scoprire la chitarra di mio cugino in soffitta. Da lì decisi che il mio strumento sarebbe stato quello.

Da quanto tempo coltivi questa tua passione?
Da quando avevo circa 4 anni. Ho frequentato prima lezioni di solfeggio, sempre grazie all'incoraggiamento di mio padre. Poi ho frequentato per due anni lezioni di tastiera e verso gli 8 anni ho deciso di passare alla chitarra. Sono quindi quasi 11 anni che coltivo questa passione.

Hai un brano preferito?
Non ne ho uno in particolare, ce ne sono tanti. E' giusto che sia così, poiché chi suona deve adattarsi a tutti i generi e alle varie culture e alle lingue in cui viene eseguito un brano.

Qual è l'atteggiamento dei bambini di questo laboratorio?
Sono rimasta particolarmente stupita dall' attenzione che ci stanno mettendo. Il nostro obiettivo non è tanto quello di raggiungere un livello altissimo, quanto che i ragazzi imparino ad avere confidenza con lo strumento.

 

Abbiamo poi fatto visita anche al laboratorio di percussioni, e abbiamo intervistato Valerio, l'animatore che si occupa del laboratorio.

Perché è nato questo laboratorio?
Il laboratorio nasce con l'intento di invogliare i bambini a studiare questo tipo di strumento, abbastanza diverso dagli altri e di utilizzo meno frequente. Con il supporto del maestro Nico Restagno mi sono cimentato in prima persona per aiutare i bambini in questo percorso di apprendimento.

Da dove deriva la tua passione per le percussioni e da quanto tempo la coltivi?
La mia passione per le percussioni nasce da quando ero bambino, avevo 5 anni. Quando ascoltavo dei brani mi colpiva particolarmente il ruolo predominante della batteria, che è un po' il motore di tutta la band. Sono stato anche incoraggiato da amici e parenti e altri musicisti.

Hai un brano preferito?
Non ho un brano preferito, perché mi piacciono diversi generi e ascolto musica di diverse epoche. Quindi preferisco cimentarmi in tutti i generi che ascolto e non mi sembra giusto scegliere un brano piuttosto che un altro.

Qual è l'atteggiamento dei bambini di questo laboratorio?
Dopo un mese di attività sono orgoglioso di dire che l'attenzione e la partecipazione mostrate dai bambini sono altissime. La motivazione è alle stelle e ci sono tutte le basi per raggiungere un buon livello, senza esaltarsi troppo.

 

Il nostro viaggio alla scoperta dei laboratori non si ferma qui. Alla prossima!

 

Giovanni Meccariello

In questo sito utilizziamo i cookie allo scopo di migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo utilizzate. E' bene far presente che noi facciamo uso solo dei cookie essenziali al funzionamento del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information