BAM.jpg

Il gigante silenzioso è una persona che può essere di grande aiuto , ma che trattiente le emozioni dentro senza sapere che è unba persona importante.

Si chiama Vanessa viene in classe con me ,è molto calma e disponibile.

Io e lei siamo amiche dall' infanzia e,conoscendola so che non può "farcela"sola,ha bisogno di sostegno e di amici che la aiutino.

E' molto timida ,pochi giorni fa ho riflettuto e ho capito che è molto speciale e con uno "spirito" divertente.

Per me è proprio un gigante silenzioso : è timida e un po' riservata ,ma dentro si rivela qualcunio di "importante" e particolare.

Perciò per me è una persona da stimare e vorrei che tutti potessero capire il " problema" di queste persone per aiutarli di tirar fuori dai guai la parte più bella di loro

MARIACHIARA SABIA 

Huawei-P30-Pro-lineup.jpg

 

In un anno Huawei ha ridotto le cornici grazie al nuovo lettore d'impronte e integrato su P30 un display più grande, senza aumentarne ingombri . Ha anche ristretto il notch fino all'osso, sulla falsa riga del fratello maggiore, e poi aggiornato il sistema fotocamere con tre moduli che poco si distanziano da quanto già visto su Mate 20. L'intera piattaforma hardware è stata rinnovata, migliorata, potendo poi contare su una batteria più capiente da 3.650 mAh che non teme di certo la diretta concorrenza.
I due nuovi arrivati non stravolgono quindi l'esperienza d'uso e aggiustano più che altro il tiro, confermando le strade intraprese nel 2018: fotocamere come fulcro del terminale, grande autonomia, lettori biometrici sotto allo schermo e tecnologia OLED. Presupposti che mettono l'accento sul prodotto prima ancora di averlo tra le mani, certezze che spiegano in parte il successo di Huawei nel settore.

WhatsApp Image 2019 04 05 at 09.04.47

Oggi abbiamo intervistato Donato che svolge il Servizio Civile presso il nostro oratorio.

Da quanto tempo frequenti il nostro oratorio?
Dal 15 ottobre scorso, quando ho iniziato l'attività di volontario.

Cosa ti piace di più di questo posto?
L'ambiente di coesione, di amicizia e di condivisione che caratterizza l'oratorio e che è a beneficio di tutti.

Cosa fai e come ti trovi a svolgere il tuo incarico?
I miei incarichi sono diversi: ho iniziato con il doposcuola per aiutare i bambini con i compiti, successivamente mi sono dedicato all'assistenza in cortile che coinsiste nell'osservare i bambini mentre giocano per far sì che rispettino le regole e si divertino all'insegna dell'amicizia.

Hai qualche progetto al di fuori dell'oratorio?
Sì, certamente, sto pensando a tanti progetti che non riguardano l'oratorio; ora però sono fortemente legato a questo ambiente.

 

                                                                 Ismaele Lopomo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

'

Sogni e1492000241284

Noi crediamo che mentre dormiamo il nostro cervello sia "spento", ma in realtà non è così! Infatti di notte il nostro cervello continua a lavorare ed è soprattutto nella fase più profonda che si sviluppano i sogni e si attivano impulsi elettrici nelle zone del cervello che regolano le emozioni e la memoria. Noi sogniamo quello che è importante per noi o quello che ci colpisce il giorno, bello o brutto che sia. I sogni hanno due funzioni: soddisfare un desiderio che non si riesce a realizzare e mostrarci le nostre paure. Per esempio, se da tanto desiderate un cane e di giorno ne vedete uno molto carino, di notte potreste sognare che i vostri genitori vi regalino quel cane. In altri casi, però, possono essere anche degli incubi che indicano un campanello d'allarme in quanto vi sta dicendo che c'è qualcosa che vi turba. Secondo una recente ricerca, i sogni potrebbero aiutare a risolvere i problemi lasciati in sospeso. Vi è mai capitato, per esempio, di andare a dormire dopo una partita alla Play Station e sognare di continuare il livello che da tempo vi blocca?

Per ricordare i sogni, prima di andare a dormire, cercate di rilassare la mente, magari leggendo. Poi tenete affianco a voi un diario e, appena vi svegliate, scrivete ciò che ricordate del sogno. Provate e vedete che ricorderete meglio i vostri sogni.

 

Mario Parmentola
Giovanni Larocca
Antonio Lavanga


WhatsApp Image 2019 04 05 at 09.03.40

Il 31 marzo scorso la nostra associazione (CGS) ha fatto una gita sul Vulture al Centro per la Biodiversità dei Carabinieri Forestali. 

Siamo partiti da Piazza Don Bosco verso le 8:30. Come prima tappa abbiamo visitato la scuderia, all'interno della quale si trovavano una trentina di cavalli che partecipano a sport agonistici e manifestazioni importanti a cui prende parte il corpo forestale. Gli istruttori ci hanno spiegato la loro "giornata tipo", dalla pulizia al montaggio della sella per poter cavalcare. Successivamente ci hanno guidato e seguito passo passo per farci provare a montare a cavallo. 

Dopo un piccolo spuntino, ci siamo organizzati per visitare la Bramea, che è una farfalla notturna e il simbolo del nostro gruppo di comunicazione creativa. Poi siamo entrati nella riserva naturale all' interno della quale non si potevano fare foto e si doveva stare in silenzio per poter svolgere al meglio le attività riguardante l'importanza dei cinque sensi che ci sono state spiegate dagli istruttori. Per me questo gioco è servito per capire l'utilità di tutti i sensi che noi spesso diamo per scontati perchè utilizziamo solo ed esclusivamente la vista.

Verso l'ora di pranzo ci siamo diretti verso il Lago Minore di Monticchio, dove abbiamo condiviso il nostro pranzo e ci siamo scambiati due chiacchiere; successivamente abbiamo avuto un momento di svago per poter ammirare il bellissimo paesaggio e poi abbiamo ripreso il viaggio verso Potenza.

Questa esperienza è stata fantastica perchè ho fatto nuove conoscenze, è stato anche un momento per stare insieme e per imparare nuove cose.

Giulia Lovallo