67352039 1407255792777039 4646290814744395776 o

Questo articolo è del 25 luglio, due giorni dopo la fine del campo ADS della fascia seconda e terza media, e lo scrivo oggi poiché i ricordi, le emozioni sono ancora caldi nella mente di tutti noi ragazzi.

Il campo ha avuto luogo nella casa salesiana di Righio (sulla Sila) dal 20 al 23 luglio.

Il 20 mattina siamo partiti carichi di valigie e soprattutto di aspettative, specialmente per tutti coloro che erano alla loro prima esperienza di un campo ADS, essendo catapultati in un contesto totalmente nuovo.

Sin dal primo giorno ci siamo sentiti subito a casa e questo lo dobbiamo agli animatori, che ci hanno aiutato ad ambientarci e a conoscerci, alle mamme che ci hanno “sfamato” con piatti veramente deliziosi ma soprattutto a Don Donato, il quale è stato per tutti noi una guida spirituale, ma anche un “amico aggiuntivo” con il quale ridere, scherzare e confidarsi.

La figura centrale del campo è stato Davide, figlio di Iesse e futuro re di Israele. Il segno che ci ha accompagnato durante tutto il campo è stato uno “scavo archeologico”, che simboleggiava la ricerca della nostra interiorità in vista dell’incontro e del confronto con gli altri, e nel quale – al termine di ogni attività – veniva rinvenuta una parola chiave e un oggetto relativi all’attività stessa.

Il tema del primo giorno è stato la nostra unicità, che ci contraddistingue uno dall’altro in un mondo nel quale si tende ad avere un omologazione di massa, stessi vestiti, stessi gusti… e il vasetto datoci appena arrivati si è arricchito di una etichetta con il nostro nome per renderlo diverso e unico rispetto a tutti gli altri.

Il secondo giorno è stato caratterizzato da diversi temi, come la determinazione, i legami e l’essere una missione per la vita degli altri, e proprio per questo abbiamo colorato il tappo di un colore che rappresentava una missione di vita (i colori erano ispirati da “Braccialetti Rossi. Il Mondo Giallo”).

Il terzo giorno è stato caratterizzato dal prendere le nostre responsabilità e dalla salita al monte, un’attività che ci ha aiutati a rafforzare lo spirito e che si è conclusa con la veglia e infine abbiamo riempito di terra il nostro vasetto.

Il tema conclusivo di questo campo è stato il progetto, poiché questo campo è stato l’inizio di un cammino per cominciare a capire chi siamo veramente e cosa dovremo fare per la vita degli altri.

Proprio per questo abbiamo messo nel vasetto delle pepite, simbolo di ciò che di prezioso possiamo trovare in noi solo scavando a fondo nella terra e solo donandoci per la vita degli altri.

Vorrei concludere sottolineando la reale importanza di questo campo: siamo stati chiamati a staccarci dalle nostre zone di comfort quotidiano, ci siamo trovati davanti ad esperienze di vita nuove – a tratti complesse -, abbiamo compreso che il peso delle difficoltà si alleggerisce se lo condividiamo con chi ci sta accanto, ma soprattutto abbiamo iniziato i lavori per un profondo scavo archeologico in noi stessi!


Mario Parmentola

aquafarm

Giovedì 11 luglio ben 200 ragazzi della Savio Estate 2019 dell'oratorio don Bosco hanno svolto una gita all'Aquafarm di Battipaglia in provincia di Salerno, un acqua park composto da due piscine e vari acquascivoli con e senza gommoni.
Noi ragazzi dell'oratorio ci siamo divertiti un sacco soprattutto quando in una delle due piscine si creavano delle onde artificiali e nei momenti in cui eravamo in gruppo e scherzavamo fra noi.
Dopo le esperienze delle settimane precedenti al mare di San Basilio e della Summer Cup Campania-Basilicata (ospitata e vinta dal nostro oratorio), questa è stata - a mio avviso - l'uscita più bella di tutte, per il clima di divertimento e familiarità che si respirava nell'aria.

La Savio Estate è ormai terminata e ci manca tanto, e aspettando con ansia il prossimo anno vi invitiamo a partecipare anche alle iniziative che l'oratorio pensa per noi ragazzi durante tutto il resto dell'anno!


Angelo Del Gaudio

1.jpg

 

Mercoledì 1 maggio si terrà la festa dei lavoratori in tutto il mondo che avviene ogni anno.

In Italia è stata istituita nel 1890, in realtà essa nasce a Parigi il 20 luglio 1889.

L' origine di questa festa trae ispirazione da una manifestazione organizzata a NEW YORK il 5 settembre 1882.

La festa ricorda le lotte operaie per la conquista di un diritto ben preciso : l'orario di lavoro quotidiano fissato in 8 ore.

Queste battaglie portarono all' approvazione di una legge del 1867, si chiedeva che legislazioni simili fossero introdotte anche in Europa.

In Italia questa festa è molto importante in quanto l' articolo 1 della Costituzione Italiana, il cui primo comma è basato sul principio lavorista, viene anche ampliato maggiormente nall' articolo 4.

Nel 1° comma di esso  viene detto che il lavoro è sia un diritto che un dovere in quanto è uno strumento per affermare le proprie capacità e la propria personalità  ma soprattutto è uno strumento di progresso per la società che dev' essere garantito dallo Stato.

Secondo me la festa dei lavoratori segna un passaggio fondamentale, come abbiamo visto in Italia, dove le condizioni lavorative erano molto arretrate; ad oggi fortunatamente non è piu' cosi'. Allo stesso tempo ci sono realta' in alcune parti del mondo davvero spaventose dove vengono sfruttati bambini molto piccoli e numerose donne per scopi terribili.

                                        

                                                                                                                                                     Manuele Telesca

 

download (2).jpg

Greta Thunberg è una ragazza di soli 16 anni con la sindrome di Asperger, ed è un' attivista svedese famosa per le sue manifestazioni per lo sviluppo sostenibile e contro il cambiamento climatico. Nonostante la sua giovane età é costante ed intraprendente.

Infatti, ha partecipato a numerosi convegni in giro per il mondo: a Katowice, in Polonia, il 4 Dicembre del 2018 in occasione della COP24, dove Greta ha spiegato come il nostro futuro è in pericolo a causa del inquinamento e ha affermato che l'unica soluzione è quella di cambiare il sistema.

Inoltre, circa due settimane fa, ha partecipato alla manifestazione che si è tenuta a Roma che ha visto una grandissima partecipazione, ha anche incontrato Papa Francesco e ha parlato in Senato.

Questa ragazza ha avuto molto coraggio nell' esporsi, nel sostenere le propie idee e nell' affrontare le opinioni altrui, nonostante sia giovanissima.

La maggior parte dei ragazzi si schiera dalla sua parte anche se l'obiettivo da raggiungere si presenta arduo e complesso, ma Greta grazie alla fiducia in sé stessa e al sostegno delle persone care non si lascia intimonire dalle dificoltà e mantiene sempre più attiva la sua motivazione rappresentando un punto di riferimento per la popolazione.

Andreea Malos 

la-propaganda-del-regime-fascita-16-638.jpg

L'anniversario della Liberazione dell' Italia chiamato anche, festa della liberazione, si festeggia il giorno 25 aprile di ogni anno è un giorno fondamentale della storia italiana.

In quel periodo l'Italia si presentava sotto il regime fascista di Benito Mussolini insieme Adof Hitler i quali con la loro alleanza avevano stabilito uno stato dittatorilae eliminando i diritti principali dei cittadini attraverso l'introduzione delle Leggi Fascistissime emanate  tra il 1925 e il 1926, esse vengono definite così a causa delle condizioni svantaggiate e molto restrittive per i cittadini i quali videro venir meno la loro libertà.

Questa data rappresenta la fine delle forze militari della Resistenza e l'avvio a una fase dove sarà più partecipe il popolo, esso porterà al primo referendum istituzionale del 2 giugno del 1946.

Una data importante per vari motivi:

- il Suffragio Universale dove anche le donne per la prima volta poterono votare;

- il Referendum Istituzionale dove il popolo deve decidere se confermare la Monarchia o iniziare una nuova " epoca" con la Repubblica fino alla stesura della Costituzione italiana che si ebbe nel 1 gennaio del 1948.

Secondo me quel periodo è stato difficile per l'intera popolazione la quale non poteva esprimere le loro idee, al contrario dei giorni nostri dove i modelli globali e le opinioni " viaggiano " da una parte all'altra del mondo attraverso internet o i social media.

 Valeria Bochicchio